Home Opere Mother Appetite II

Mother Appetite II Scopri la migliore selezione disponibile di dipinti dell'artista Jonathan Torres. Acquista dalle gallerie d'arte di tutto il mondo con Kooness! Kooness
3754.8108514034 EUR
4.2 5 20

Mother Appetite II

2019

Pezzo unico

1

Dimensione

81.28 x 66.04 cm
32 x 26.00 in

Anno

2019

Medium

Dipinti

Riferimento

826b609b

Tecnica mista su tela

Mother Appetite II, simile a Mother Appetite Torres, riflette sull'interpretazione di una musa, insieme rappresentano opposti oscuri e leggeri o felici e tristi. In questo dipinto uno stregone contemplativo siede tra un campo di fiori carnosi inghiottiti da un paesaggio minaccioso mentre evoca un incantesimo che conduce un bagliore dorato. Il suo viso splendidamente sereno scivola in un gatto cupo e accigliato con un naso simile a quello di Pinocchio. L'osservatore diventa l'osservato, in quanto il soggetto ora rispecchia la psicologia dell'artista.

Posizione attuale dell'opera: San Juan, Porto Rico

 

1983 , Puerto Rico

Jonathan Torres è nato a San Juan, Porto Rico nel 1983, ha ricevuto il suo BFA nel 2009 dalla Escuela de Artes Plásticas, San Juan, e il suo MFA dal Brooklyn College nel 2012 sotto la guida di Vito Acconci. Attualmente Torres è residente presso lo Sharpe-Walentas Studio Program (NY, 2022 -23). Nominato dalla Joan Mitchell Foundation, Torres è stato selezionato per la Biennale Mercosul (Brasile 2016), ha vinto il Charles G. Shaw Award (NY, 2012) e l'Arcos Dorados Award (Argentina, 2011). Torres espone in mostre personali e collettive tra New York e Porto Rico da oltre dieci anni. Il suo lavoro è stato presentato in Flash Art, Beautiful/Decay, e Art Observed, tra le altre pubblicazioni. Torres vive e lavora a Brooklyn, New York e le sue opere appartengono a importanti collezioni come il Museum of Fine Art, Boston e il Museo Contemporáneo de Puerto Rico.


Continua a leggere

Indirizzo

New York, 661 Park Pl, Brooklyn, NY 11216

Park Place Gallery prende il nome dalla strada di origine a Brooklyn, New York, ma è anche un richiamo all'originale SoHo Park Place Gallery degli anni’60. Quella mecca creativa per artisti allora meno conosciuti era formativa per le carriere di molti grandi di New York tra cui Mark di Suvero, Sol LeWitt, Eva Hesse, Brice Marden, Carl Andre, Al Held, Phi...

Continua a leggere