Home Magazine Pictures at an Exhibition: le mostre del 2023 da non perdere in giro per l'Italia e all'estero

Dall'imperdibile retrospettiva dedicata a Vermeer, alla prima grande mostra londinese di Marina Abramović, oltre agli eventi che celebrano due importanti anniversari, il cinquecentenario dalla morte del Perugino e i 50 anni da quella di Pablo Picasso. Benvenuti nel nuovo anno 2023, ricco di appuntamenti da non perdere con le grandi mostre d'arte in giro per l'Italia e all'estero. 

Articoli correlati: La biennale delle donne. La biennale dei recordQuando le note non bastano: storie di musicisti pittoriArte Moderna e Arte Contemporanea: quali differenze?

Olafur Eliasson - Nel tuo tempo - Palazzo Strozzi, Firenze - fino al 22 gennaio 2023 

Cominciamo col segnalarvi il grande progetto espositivo di uno degli artisti più innovativi e originali del panorama contemporaneo, l'islandese-danese Olafur Eliasson, in corso a Palazzo Strozzi a Firenze. Attraverso una ventina di opere Eliasson dialoga con gli spazi dell'edificio quattrocentesco offrendo una nuova interpretazione degli aspetti architettonici del magnifico palazzo rinascimentale. Si affretti chi è interessato, la mostra chiuderà infatti i battenti il prossimo 22 gennaio 2023. 

Bob Dylan, Corner Café, 2021, courtesy of MAXXI

Bob Dylan Retrospectrum - MAXXI, Roma - dal 16 Dicembre 2022 al 30 Aprile 2023 

Fino al 30 aprile, MAXXI presenta Bob Dylan Retrospectrum, la prima mostra monografica europea che esplora l'ampio corpus di lavori firmati da Bob Dylan. Attraverso oltre 100 opere, divise in otto sezioni tematiche, tra dipinti, acquerelli, disegni a inchiostro, pastello e carboncino e sculture in ferro, si ha la possibilità di ripercorrere l'intera carriera di Dylan lunga oltre mezzo secolo. Un diario visivo che documenta le trasformazioni ed evoluzioni stilistiche del poliedrico songwriter americano. 

Lotto, Romanino, Moretto, Ceruti. I campioni della pittura a Brescia e Bergamo - Palazzo Martinengo, Brescia - dal 21 Gennaio 2023 all'11 Giugno 2023 

Il 2023 è l'anno di Bergamo e Brescia Capitali Italiane della Cultura. Fra le molte iniziative, da non perdere una mostra allestita presso le sale di Palazzo Martinengo a Brescia dedicata a Lotto, Romanino, Moretto e Ceruti. La selezione di 80 capolavori provenienti da collezioni pubbliche e private, sia italiane che estere, consentirà di mettere a confronto i protagonisti della pittura rinascimentale e barocca attivi nelle due città lombarde. I lavori dei grandi maestri bresciani quali Foppa, Moretto, Romanino e Savoldi dialogheranno con quelli nati in terra bergamasca dal pennello del Lotto, del Moroni, di Palma il Vecchio e Previtali. Al piano nobile del palazzo sarà poi allestita una “mostra nella mostra”, volta ad approfondire il tema dell'identità culturale e la storia delle due città attraverso dipinti, documenti, strumenti musicali e fotografie d'epoca. 

Pietro di Cristoforo Vannucci, detto il Perugino, Sposalizio della Vergine, 1501-1504, courtesy of Musée des Beaux-arts 

Il meglio maestro d’Italia. Perugino nel suo tempo - Galleria Nazionale dell'Umbria, Perugia - dal 04 Marzo 2023 al 11 Giugno 2023 

In occasione dei 500 anni dalla sua morte, la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia celebra con una grande mostra Pietro Vannucci, detto il Perugino, che fu anche maestro di Raffaello. Il progetto espositivo è costituito da oltre 70 opere, autentici capolavori della produzione antecedente al 1504, gli anni in cui il Perugino, definito dal banchiere mecenate Agostino Chigi il "meglio maestro d'Italia”, toccò l'apice della sua carriera. La mostra sarà l'evento di punta di una serie di iniziative che coinvolgeranno, in una vera e propria partnership scientifica alcuni tra i più importanti musei nazionali internazionali, come le gallerie degli Uffizi di Firenze e la National Gallery di Washington. 

Gian Maria Tosatti - Pirelli HangarBicocca - dal 23 Febbraio al 30 Luglio 2023 

Apre invece il 23 febbraio la retrospettiva dedicata a Gian Maria Tosatti, l'artista romano che ha rappresentato l'Italia alla 59a Biennale di Venezia 2022 ed è stato nominato direttore artistico della Quadriennale di Roma per il triennio 2021-2024. Questa mostra, progetto a cui l'artista lavora da oltre due anni, propone diverse installazioni e opere storiche all'interno di un nuovo grande intervento ambientale che ha trasformato radicalmente lo Shed, uno degli spazi situati all'interno del Pirelli HangarBicocca. 

Marcel Duchamp e la seduzione della copia - Collezione Peggy Guggenheim, Venezia - dal 14 ottobre 2023 al 25 marzo 2024 

La Collezione Peggy Guggenheim dedica una monografica a Marcel Duchamp, genio eclettico, protagonista della scena artistica di inizio Novecento. Elemento centrale dell'esposizione è la Scatola in una valigia, un museo portatile contenenti 69 riproduzioni in miniatura dell'opera di Duchamp acquistate dalla collezionista americana nel 1941. La mostra, che aprirà i battenti dal 14 ottobre, sarà arricchita con importanti lavori provenienti da prestigiosi musei italiani e americani, riuniti per l'occasione a Palazzo Venier dei Leoni. 

Johannes Vermeer, Girl Reading a Letter at an Open Window,1657-58, courtesy of Gemäldegalerie Alte Meister

Vermeer - Rijksmuseum, Amsterdam - dal 10 Febbraio al 4 Giugno 2023 

Spostiamoci ora all'estero e precisamente ad Amsterdam, dove il 10 febbraio si inaugurerà la più grande retrospettiva di sempre dedicata a Johannes Vermeer. La mostra includerà capolavori come La ragazza con l'orecchino di perla (in esposizione solo fino al 30 marzo), Il geografo, Donna che scrive una lettera alla presenza della domestica, oltre alla Ragazza che legge una lettera alla finestra aperta, appena restaurata, proveniente della Gemäldegalerie Alte Meister di Dresda. Questi dipinti straordinari, parte della piccola preziosissima eredità del Maestro, costituita solo da 35 opere circa, vengono raramente concessi in prestito. Vermeer rappresenta quindi una straordinaria occasione per ammirare buona parte della produzione dell'artista olandese, mai prima d'ora esposta tutta insieme in un'unica sede. 

Célébration Picasso, La Collection prend des couleurs! - Musée National Picasso-Paris, Parigi - dal 7 marzo al 27 agosto 2023 

L'8 aprile 2023 ricorre il cinquantesimo anniversario della morte di Pablo Picasso. Per questa ricorrenza il Musée National Picasso-Paris lo celebra con una mostra. Lo fa affidando la direzione artistica al fashion designer britannico Sir Paul Smith, con l'intento di offrire una lettura più contemporanea dei lavori in mostra ed evidenziare così il carattere sempre attuale dell'opera di Pablo Picasso. Il comune amore per gli oggetti, l'abbigliamento e la giocosità, sottolineano la convergenza delle visioni di questi due artisti, sortendo risultati sorprendenti nelle scelte nell'allestimento e nella presentazione delle opere. La mostra include inoltre pezzi di artisti contemporanei quali Guillermo Kuitca, Obi Okigbo, Mickalene Thomas e Chéri Samba, posti in relazione all'opera di Picasso, per osservare con uno sguardo diverso il lavoro dell'artista spagnolo. 

Marina Abramovic - Royal Academy ot Arts, Londra - dal 23 settembre al 10 dicembre 2023 

Prevista per il settembre del 2020 ma annullata a causa della pandemia, l'inaugurazione della mostra di Marina Abramović, prima in assoluto nel Regno Unito, è stata riprogrammata per il 23 settembre di quest'anno. La retrospettiva ripercorre i cinquant'anni di carriera della celebre artista, accostando nuovi lavori ad alcune delle performance che l'hanno resa celebre, come Rhythm 0 (1974) o The Artist Is Present, presentata nel 2010 al Museum of Modern Art di New York. È prevista inoltre la partecipazione di Abramović al programma di conferenze ed eventi che accompagneranno la mostra. 

Immagine di copertina: Johannes Vermeer, Mistress and Maid, c. 1665-67, courtesy of The Frick Collection.

A cura della redazione di Kooness